[Date Prev][Date Next] [Thread Prev][Thread Next] [Date Index] [Thread Index]

Re: Una domanda sulla GPL



-----BEGIN PGP SIGNED MESSAGE-----
Hash: SHA1

Alle 23:25, mercoledì 22 gennaio 2003, Nick Name ha scritto:

> Ma allora la trolltech fa una cosa illegale? (va beh che dipende sempre
> in quale paese) Ma come funziona sta storia? Perchè non ho mai letto
> nulla di Stallman in proposito di questa sempre più diffusa pratica, che
> rende un po' ridicolo ai miei occhi lo sforzo fatto per diffondere il
> free software (tanto le grandi case, pagando, possono sempre comprare il
> codice e tenerlo nascosto come hanno fatto finora) ?
>
> Vincenzo

Da quello che so io la GPL non dice nulla sul fatto che un software debba o 
non debba essere comerciale o aggratis, la contrapposizione non e' tra la GPL 
e le licenze commerciali, ma tra la GPL e le licenze proprietarie. Quindi in 
teoria io posso farmi pagare il servizio di distribuzione o di assistenza per 
il software GPL (non lo fa qualsiasi distribuzione a parte Debian?), 
l'importante e' che garantisca le famose 4 liberta', quindi che quel software 
modificato o no io lo ridistribuisca sempre sotto GPL. Per esempio le licenze 
freeware sono in contrasto con la GPL perche' anche se i software sono gratis 
non si garantiscono le 4 liberta' (ad esempio non ho i sorgenti, non posso 
quindi modificare il software ecc...). Per risponderti, tenere il codice 
nascosto, impedire di copiarlo o modificarlo viola la licenza GPL, il fatto 
che il programmatore o il distributore cerchi di farsi pagare per il servizio 
reso non viola la GPL. Quindi tanto per essere chiaro, in quel caso paghi per 
il codice e poi ci fai quello che ti pare, lo copi, lo cambi, lo elimini, lo 
smurfi, lo incapretti...
Scusate per la lungaggine.

- -- 
Francesco
-----BEGIN PGP SIGNATURE-----
Version: GnuPG v1.2.1 (GNU/Linux)

iD8DBQE+Lz1KbiN+img/e0kRAiNYAJ0d4pmXZ2KLwlgJDr5mOE6zroJxbwCeI/gW
tQxbd5hgwOC+OITQVbwuK90=
=xlG1
-----END PGP SIGNATURE-----



Reply to: