[Date Prev][Date Next] [Thread Prev][Thread Next] [Date Index] [Thread Index]

Re: notebook desktop environment



Alle 01:07, sabato 8 febbraio 2003, Hugh Hartmann ha scritto:
> On Fri, Feb 07, 2003 at 09:28:20AM +0100, matteo wrote:
> Ciao Matteo,
> mi dispiace per gli utenti di Gnome, Kde, ma Wmaker rappresenta, secondo
> me, un ottimo wmanager, che non sfigura affatto, anzi ... Anche Afterstep
> non e' niente male, magari non proprio nelle ultime versioni, cosi anche
> Blackbox.

personalmente ho sempre usato fino a poco tempo fa WMaker, lo ritenevo (e lo 
ritengo ancora) un adeguato compromesso tra leggerezza e versatilità....

da un po' di tempo ho installato kde3.1, e ti posso assicurare che mi ha 
veramente stregato, finalmente è utilizzabile con profitto anche sul mio 
portatilino 266MMX con soli 64MB di ram, e ti assicuro che lo spremo alquanto 
come quantità di programmi grafici in contemporanea... e non mi da 
assolutamente problemi, posso sicuramente affermare per esperienza diretta 
che il passaggio dalla 2.2 alla 3.1 (transitando da 3.0.x) ha portato una 
ventata di rivoluzioni a livello di allegerimento del sistema....

ora non è una questione di guerre di religione, semplicemente... perché 
rinunciare a qualche abbellimento estetico se non provoca problemi, io uso 
tantissimo la consolle, mi ci trovo benissimo, ma mi piace anche poter 
scorazzare con la grafica e godermi il mio desktop.

non mi piace per nulla gnome per esempio (a parte che non sono mai riuscito a 
vederlo al lavoro sul mio portatile, la versione 2.x mi è semrpe crashata...)

quindi... il mio parere è che il grande vantaggio di linux è proprio quello di 
dare una effettiva democrazia, ogni persona è libera di usare ciò che 
vuole....


uhmmmm mi sa che mi sono un attimo perso, non fa nulla.... ho detto la mia 
anche se non so per cosa l'ho detto.... ;o) devo farmi un caffé e schiarirmi 
un attimo.....

> Come al solito, la tendenza a cercare in debian (e in genere
> nelle varie distro di Linux) tutti i vari "confort" di win$ozz, non
> sparira' mai.

non credo che sia così... anche se c'é da dire che se vuoi far avvicinare 
gente che non ha mai visto linux al nostro adorato sistema gli devi dare 
almeno un aspetto che conoscono già... sta poi a loro decidere se vogliono 
approffondirne la conoscenza e diventare amici intimi del pinguino....

> Oggi va tanto di moda la "clonazione" cosi anche Linux ha
> bisogno di "imitare" (naturalmente in meglio), anche nei minimi dettagli,
> l'aspetto dell'os del "caro Bill", per conquistare nuovi utenti. Mah, posso
> capire che ci sono delle necessita' di usare dei Desktop manager come Gnome
> e Kde, ma mi sembra un po' assurdo che per farli funzionare decentemente ci
> vogliano almeno 64Mb (o piu') di Ram, alla faccia dello spreco di risorse

non è più così... anzi... in confronto a Billi facciamo le stesse cose 
consumando molte meno risorse, con risultati notevolmente migliori, 
spesso....

> .... Mi viene da ridere pensando a mLinux di M. Andreoli che riesce a far
> girare Xwindow, afterstep, e altro con soli 8Mb di ram (grandeee!) ....

la potenza di linux... è anche questa...
un mio amico ha fatto una macchina che usa come router e firewall, non ha 
parte meccaniche in movimeto, non ha HD, è un 486, consuma pochissimo, e per 
questo ha tolto le ventoline dal processore e dall'alimentatore, parte da 
floppy, ma da dopo la partenza mi ha detto che sono quasi 2 anni che non lo 
ferma.... quindi anche il floppy sono quasi 2 anni che non lo ricarica, 
funziona tutto in memoria, e non mi pare che ne abbia poi tanta....

ciaooooo

-- 
Gollum1

Tesssssoro... dov'é il mio tessssssoro...
Gollum1 - ICQ#: 54644686 or Gollum1 at work - ICQ#: 77266350



Reply to: